AirOne, violazioni tributarie per circa 33 milioni

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle di Roma hanno contestato ad alcune società estere, a suo tempo controllate da AirOne, violazioni tributarie per circa 33 milioni, oltre sanzioni. A renderlo noto è stata la stessa Alitalia precisando che queste violazioni sarebbero state commesse nel periodo 2002-2008 e quindi ascrivibili esclusivamente alla passata gestione da parte del Gruppo Toto.

Caos bagagli a Fiumicino


Avia Partner è stata assolta perchè oggetto solo di "rilievi minori", mentre a Flightcare, invece, "manca personale: deve assumere e formare altri dipendenti". La nuova Alitalia, a cui sono affidati i servizi di terra per la maggior parte dei voli dello scalo, dovrà rispondere "non ad un problema di carenza di personale ma ad un problema di organizzazione del lavoro, di effettiva presenza e tracciabilità dei dipendenti, di tracciabilità dei bagagli, e di organizzazione dei turni in modo che non ci siano più vuoti tra un turno e l'altro". Riggio ha poi riconosciuto che l'impianto per i bagagli di Adr "è vetusto, ma non è il principale responsabile di quanto accaduto".

L'estate difficile - Per i disservizi legati ai bagagli di questa estate, ha detto il presidente di Enac, "le multe che abbiamo elevato sono state complessivamente centocinquanta da duemila euro, comminate alle società di handling. Chiediamo più poteri perchè senza sanzioni efficaci ogni intervento si traduce in una semplice esortazione.

Servono sanzioni intermedie perchè ad oggi possiamo intervenire solo con minimulte ed il ritiro della licenza. Penso a multe da 100mila euro. Aspettiamo con fiducia un intervento del Parlamento". Ma sugli impegni assicurati oggi dagli handler non ha nascosto le proprie perplessità Massimo Massini, neopresidente dell'Ibar, l'associazione che raccoglie le compagnie che operano in Italia.

"I 60 giorni di cui si parla - ha osservato - non mi sembra siano un test credibile dal momento che coincidono con il periodo di bassa stagione del trasporto aereo. Non vorremo che per investire sul sistema di smistamento bagagli al terminal A si trascurassero i terminal B e C". Altro appunto mosso dall'Ibar riguarda "l'assenza a Fiumicino di un sistema meccanizzato per il transito bagagli".
Leggi tutto [Repubblica.it]
Reblog this post [with Zemanta]

Sicilia - Maltempo: cancellati voli in aeroporto Trapani

Trapani seen from Erice. The islands of Favign...Image via Wikipedia

Maltempo: cancellati voli in aeroporto Trapani
Raffiche di vento in pista fino a 53 km orari
(ANSA) - TRAPANI, 16 SET - Cancellazione di voli all'aeroporto di Trapani per il forte vento con raffiche fino a 53 km/h sulla pista. La compagnia Meridiana ha cancellato tutti i voli previsti per Pantelleria. Cancellato anche il volo Ryanair per Bologna, mentre il velivolo proveniente da Borgo Panigale ha dovuto prima atterrare a Lamezia e dopo fare rientro allo scalo di partenza. Il volo in arrivo da Bergamo e' stato dirottato su Catania, mentre quello in arrivo da Ciampino su Malta.
ANSA.it - Sicilia - Maltempo: cancellati voli in aeroporto Trapani
Reblog this post [with Zemanta]

Alitalia vola all'MTV Day

Alitalia Airbus A321-100 landing at London Hea...Image via Wikipedia

ilVolo.it : "Alitalia è presente per la prima volta al concerto dell’MTV Day, organizzato a Genova il prossimo 12 settembre per celebrare il compleanno della famosa emittente televisiva musicale Italiana. Per permettere ai giovani di partecipare al grande evento musicale, la compagnia aerea ha indetto un concorso a premi mettendo in palio 10 biglietti di andata e ritorno, l’11 e il 13 settembre, su un volo speciale che consentirà di partecipare al grande concerto dell’MTV Day. L’estrazione dei premi avrà luogo il 7 settembre. Per partecipare al concorso è sufficiente iscriversi attraverso i siti www.alitalia.it o www.Mtv.it/Alitalia dove è pubblicato anche il regolamento del concorso."
Reblog this post [with Zemanta]

ALITALIA: NUOVO COLLEGAMENTO TRA BRINDISI E VENEZIA

AlitaliaImage via Wikipedia

(AGI) - Bari, 4 ago.- Dall' 11 agosto sara' operativo il nuovo collegamento Venezia/Brindisi che avra' una frequenza di tre giorni a settimana (martedi'/giovedi'/sabato) con partenza da Venezia alle 16 e da Brindisi alle 18,15. In occasione del lancio della nuova rotta e fino al 31 ottobre, Alitalia rendera' disponibili tariffe promozionali a partire da 49 euro.
Questo nuovo prodotto costituisce un ulteriore passo per rinsaldare e sviluppare il legame tra Alitalia e gli aeroporti della Puglia, nella ferma volonta' di porsi come la compagnia di riferimento per il territorio, a supporto dell'imprenditoria locale e nell'ottica di sviluppare nuovi e crescenti flussi turistici. Per Domenico di Paola, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia, "ci troviamo in presenza di un importante collegamento che, grazie alla forza commerciale del vettore, puo' contribuire non solo a compensare il numero dei passeggeri sino ad ora trasportati su questa tratta, ma a creare le premesse per ulteriori incrementi del traffico, anche attraverso l'utilizzo dell'hub di Fiumicino". L'avvio del nuovo collegamento Alitalia tra Brindisi e Venezia, rappresenta per l'Assessore Regionale ai Trasporti, Mario Loizzo, "il frutto tangibile della caparbieta' con la quale il management di Aeroporti di Puglia ha inteso dare risposte certe ed immediate all'attivazione di nuovi importanti flussi di traffico che certamente gioveranno al comparto turistico ed industriale del Grande Salento".


AGI News On
Reblog this post [with Zemanta]

Alitalia, per andare a Berlino bisognerà fare scalo a Parigi - Corriere della Sera

AlitaliaImage via Wikipedia
ROMA — Hong Kong, Singa­pore, Montreal, e non solo. Ali­talia in questi giorni ha annun­ciato l’ampliamento dell’offerta internazionale e intercontinen­tale con 13 nuove mete, opera­te insieme con il partner Air France-Klm (azionista al 25%). Ma il passeggero che vada a cer­care un volo diretto da uno de­gli scali italiani per queste desti­nazioni rimane a bocca asciut­ta: in tutti i casi dovrà passare da un aeroporto straniero che sia Parigi, Amsterdam e Lione.
Eppure il premier Silvio Ber­lusconi, nel benedire l’accordo con i francesi, era stato chiaro: il traffico non andava in nessun modo dirottato su Parigi. In ba­se al «piano Fenice», che dise­gnava il futuro della nuova compagnia, le destinazioni in­tercontinentali avrebbero dovu­to essere 18. All’appello finora mancavano Los Angeles, Rio, Incheon (Corea del Sud), Pechi­no, Shangai e Dakar, molte del­le quali, si diceva sarebbero sta­te operate direttamente da Mal­pensa, così come Mombay. Le destinazioni annunciate in que­sti giorni aggiungono la previ­sta Dakar, ma con passaggio da Parigi, e poi altre 5 diverse me­te intercontinentali: Hong Kong, Singapore, Montreal e Abidjan da Parigi, e Città del Ca­po da Amsterdam. A queste si aggiunge una manciata di mete mediorientali: Bahrein, Abu Dhabi (da Amsterdam) e Du­bai, da Parigi o Amsterdam, quest’ultima una volta operata direttamente dall’Italia. Stessa cosa si dica per i voli per Berli­no e Lisbona, per i quali biso­gnerà passare dall’estero.
Insomma il vantaggio per il passeggero oggi è quello di po­ter comprare con un unico bi­glietto due voli che prima dove­va abbinare, mentre per Alitalia c’è la possibilità d’incassare an­che una parte dei ricavi della de­stinazione finale. Di certo però, non si può parlare di un’inter­nazionalizzazione di Alitalia. E delle prospettive della com­pagnia si parlerà oggi nel comi­tato esecutivo e, a seguire, nel consiglio di amministrazione sui conti del primo semestre, definiti dall’amministratore, Rocco Sabelli, «in linea con le previsioni». «Sono molto con­tento dei vertici — commenta Achille D’Avanzo, azionista che ha investito 30 milioni —. Si sa­peva che era una sfida difficile e la mia impressione è positi­va ». Un altro azionista, che pre­ferisce l’anonimato, definisce «buona» la situazione della cas­sa, esclude aumenti di capitale e rimanda la vera verifica a set­tembre.
In questi giorni si sono succe­dute voci di avvicendamento di Sabelli per un’insoddisfazione dei soci che però, se c’è, finora è rimasta sotterranea. Per Alita­lia resta il problema della pun­tualità: secondo dati accreditati nell’ambito del trasporto aereo, relativi a Fiumicino, nei primi sette giorni di luglio la compa­gnia avrebbe ritardato oltre i 15 minuti il 56% dei voli (il 70% nel week end ) contro il 42% di Alitalia+AirOne nel 2008, con­tro il 37% di tutte le altre compa­gnie, e il 15% di quelle più gran­di, come Lufthansa. Tutto que­sto pur operando 460 voli ri­spetto ai 600 del complesso del­le due compagnie un anno fa.
E in autunno Sabelli dovrà vedersela anche con i sindacati che si stanno attrezzando a un nuovo confronto. Ieri è nata l’Ipa, associazione dei piloti (in cui dovrebbe confluire l’Anpac), confederata con la Filt-Cgil. Il vantaggio di que­st’ultima, che contava finora un centinaio di piloti, è quello di allargare la base nella catego­ria. Quello dei piloti Anpac è più spettacolare: approdare a un eventuale tavolo con l’azien­da finora loro precluso per non aver firmato gli accordi.
Antonella Baccaro
[ Corriere della Sera]

Trawel Fly annuncia un nuovo volo da Bergamo a Reggio Calabria

Trawel Fly ha annunciato che a partire dal 7 agosto inaugurerà un nuovo collegamento tra Bergamo - Orio al Serio e l'aeroporto di Reggio Calabria. Il volo sarà operato con un Boeing 737-700 della compagnia partner Astraeus e avrà frequenza bisettimanale (mercoledì e venerdì). La partenza da Orio al Serio è prevista alle ore 08.00 con arrivo a Reggio Calabria alle 09.40, il volo di ritorno partirà alle 10.30 e atterrerà a Bergamo alle 12.10.
La compagnia inoltre ha annunciato che le frequenze dei voli su Catania e Napoli verranno aumentate ,passando a 5 voli settimanali dal prossimo 18 settembre.

ilVolo.it